Obbiettivo della Biodanza acquatica

L’obbiettivo della Biodanza Acquatica é suscitare la vivencia che Rolando Toro ha definito come ” regressione al primordiale”, mediante l’induzione dello stato di trance in acqua, e l’ulteriore stato di espansione della coscienza che ne scaturisce.

La “regressione all’origine o al primordiale” consiste nel rivivere gli stati prenatali e perinatali.

Regressione é ciò che si verifica quando il cervello arcaico viene più o meno liberato dal controllo della corteccia cerebrale. Questo cervello primitivo ha raggiunto la maturità durante le prime fasi di vita, soprattutto nel periodo prenatale, nell’utero materno, un ambiente liquido e femminile.

Gli stati regressivi sono cambiamenti dei livelli di coscienza. Dopo la regressione si ritorna allo stato di coscienza vigile. La regressione comporta una riduzione del controllo da parte della corteccia cerebrale. Ciò significa una diminuzione del controllo da parte dell’intelletto e, cioé, la tendenza a dimenticare tutto quello che abbiamo imparato, ciò che abbiamo letto e che ci viene dalla cultura.

Le emozioni in sé ci conducono a uno stato regressivo. Ogni emozione comporta una riduzione del controllo da parte della corteccia cerebrale, requisito assoluto per accedere agli stati regressivi.

Lo stato di espansione di coscienza é classificato come uno stato non ordinario di coscienza. L’induzione di stati non ordinari di coscienza permette l’accesso ai livelli psichici inconsci. A titolo informativo esponiamo, qui di seguito, alcune forme conosciute di induzione di stati non ordinari di coscienza, inoltre a quella specifica della Biodanza: pratica della meditazione; sperimenti di deprivazione sensoriale realizzati in laboratorio di ricerca sull’argomento; situazioni di premorte; riti sciamanici; ingestione di sostanze psichedeliche; sedute di psicoterapia esperienziale (come per esempio il Rebirthing, la Respirazione olotropica).

VIVENCIA di REGRESSIONE ALL*ORIGINE

La vita non ha inizio al momento della nascita, come comunemente si crede, ma é un continuum che ha inizio al momento del concepimento.

L’origine della propria vita risale alla fusione dei gameti, la quale dà origine all’embrione che si sviluppa, diviene feto e, dopo la nascita, neonato.

Con l’espressione “l’origine della nostra vita” intendiamo alludere alle seguenti tappe:

  • la vita intrauterina
  • gli stati perinatali
  • i primi sette mesi di vita (e, comunque, fino ai tre anni di età).  

Per iscrizioni, contattami!

Pin It on Pinterest